MUSEI / L’archeologia del Trentino è online

L'Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento ha aderito alla campagna #iorestoacasa del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo invitando il pubblico a compiere un viaggio virtuale attraverso i canali social alla scoperta dello Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, del Museo delle Palafitte di Fiavé e del Museo Retico. [LEGGI TUTTO...]

MUSEI / La Pinacoteca di Brera in altissima definizione: online i capolavori con particolari mai visti prima

La Pinacoteca di Brera mostra i suoi capolavori online grazie ad Haltadefinizione, evidenziandone i particolari con un'accuratezza mai vista prima [LEGGI TUTTO...]

MOSTRE / Riapre al MANN la collezione di oggetti quotidiani delle città vesuviane. Con reperti mai visti [FOTO]

"MANN at work", il Museo cresce e si rinnova: da domani, mercoledì 19 febbraio,  all'Archeologico di Napoli riaprirà al pubblico la collezione degli oggetti della vita quotidiana nelle città vesuviane. Le cinque sale (n.85-89), che ospitano oltre cinquecento reperti databili tra la fine del I sec. a.C. e l'eruzione del 79 d.C., sono state oggetto, dallo scorso dicembre, di lavori di riallestimento. Tra le novità, sarà possibile  ammirare la splendida patera in vetro cammeo in bianco e blu della Casa del Poeta Tragico di Pompei, mai esposta dai depositi, ma anche terrecotte votive e preziosi reperti in osso ed avorio.​ [LEGGI TUTTO]

FIRENZE / Il “ritorno” del Nano: il Morgante del Bronzino a Palazzo Pitti

Il Nano Morgante, ritratto realizzato nel 1553 circa dal Bronzino del più celebre dei cinque buffoni che vissero alla corte di Cosimo I de' Medici, torna a Palazzo Pitti di Firenze, nella reggia dove questo leggendario personaggio – al secolo Braccio di Bartolo – trascorse la maggior parte della sua vita. [LEGGI TUTTO]

Pisa, ecco il Museo delle Navi Antiche: finalmente apre dopo vent’anni di ricerca e restauro [FOTO]

4700 metri quadri di superficie espositiva e 47 sezioni divise in 8 aree tematiche nelle quali saranno esposte sette imbarcazioni di epoca romana, databili tra il III secolo a.C. e il VII secolo d.C. e circa 8000 reperti: apre ufficialmente al pubblico il Museo delle Navi Antiche di Pisa, dopo un percorso di ricerca e restauro durato vent’anni. La cerimonia di inaugurazione alla presenza di Alberto Bonisoli, ministro per i Beni e le attività culturali, si terrà domenica 16 giugno alle 18 presso gli Arsenali Medicei, in Lungarno Ranieri Simonelli, 16. 

Uffizi, ecco le nuove sale del Cinquecento veneto e fiorentino [FOTO]

Inaugurato agli Uffizi il ri14 nuove sale per i maestri veneti e fiorentini, 105 dipinti per oltre 1100 metri quadrati di arte. Il direttore Eike Schmidt: operazione gigantesca, è come un museo dentro il museo.

REPORTAGE / A Ravenna apre “Classis”, mille anni di storia a disposizione di tutti [FOTO, VIDEO]

Bagno di folla (si parla di quasi 4mila persone)  a Ravenna per l'inaugurazione di "Classis Ravenna",  il nuovo Museo della Città e del Territorio sorto nell'ex Zuccherificio di Classe. Abbiamo visitato il Museo durante l'anteprima riservata alla stampa: ecco le nostre impressioni.

ARCHEOLOGIA / Museo di Como, nuovi reperti e nuovo allestimento per la sezione romana

La rinnovata Sezione Archeologica Romana del Museo “Paolo Giovio” di Como svelerà una serie di novità grazie ad un allestimento più ricco e con nuovi reperti risalenti all'età romana.

Arcetri (Fi), nuovo allestimento per la casa di Galileo: Villa Il Gioiello diventa luogo della memoria del grande scienziato [#FOTO]

Nuovo allestimento per la casa di Galileo ad Arcetri (Firenze): gli ambienti dove visse lo scienziato sono stati ricostruiti sulla base delle fonti documentarie disponibili

MOSTRE / A Gubbio “Un giorno nel Medioevo”, la vita quotidiana di una città tra l’XI e il XV secolo [#FOTO]

Le attività economiche, gli stili di vita, le pratiche religiose, gli aspetti culturali e ludici di una città italiana tra il 1000 e il 1500. Fino al 6 gennaio 2019,  la mostra “Un giorno nel Medioevo. La vita quotidiana nelle città italiane dei secoli XI-XV” documenta un’epoca troppo spesso distorta e mistificata, ricostruita attraverso luoghi comuni e pregiudizi.