MOSTRE / Firenze, alla Laurenziana manoscritti e lettere “al femminile”. Protagonista (anche) Ildegarda [FOTO]

I più antichi risalgono al VII secolo a.C., ma si arriva fino agli albori del XX, costituendo una raccolta unica di manoscritti legati a vario titolo al mondo femminile, documenti attraverso i quali si evince come già in epoche antiche il contributo femminile alla stesura di codici, documenti e testi fosse molto più importante di quanto generalmente si creda.  “Voci di donne. L’universo femminile nelle raccolte laurenziane” è il titolo della mostra in corso fino al 15 febbraio presso la Biblioteca Laurenziana di Firenze, e raccoglie 66 suddivisi in sei sezioni, in base alla cronologia delle biografie delle autrici.

MUSEI / Le Gallerie Estensi “rinnovano” i loro tesori: tra i protagonisti la Bibbia di Borso d’Este [FOTO]

Dieci sale rinnovate e "ospite" di eccezione la celebre "Bibbia di Borso d’Este" per la Pinacoteca Nazionale  di Ferrara in Palazzo dei Diamanti; all'Estense di Modena, invece, l’intero percorso di visita riapre con alcune importanti innovazioni e una mostra con una selezione di medaglie e monete dalla Collezione Estense.

Realizzato il facsimile del Codex Purpureus Rossanensis [FOTO]

Il Codex Purpureus Rossanensis, tra i più antichi codici del mondo, è custodito da secoli a Rossano (Cosenza) ed oggi esposto presso il Museo Diocesano. Del preziosissimo manoscritto, che data al VI secolo e contiene i Vangeli in greco, accuratamente miniati  su carta purpurea,  è stato riprodotto in facsimile in sole cinque copie da Franco Cosimo Panini Editore che sarà presentato domani, 11 settembre,  presso la Sala Polifunzionale del Museo Diocesano di Corigliano Rossano (Cs).