"STORIE & ARCHEOSTORIE" è il notiziario a cura di PERCEVAL ARCHEOSTORIA, studio di consulenza e ricerca in ambito storico-archeologico e artistico-musicale nato nel 2010. Il direttore  è Elena Percivaldi, ricercatrice, divulgatrice e giornalista professionista dal 2002.   Il nostro progetto nasce per informare, approfondire e divulgare notizie, scoperte, pubblicazioni, mostre ed eventi che toccano  tematiche storiche, archeologiche, artistiche e in genere culturali. … Leggi tutto

MUSICA / Ascoltare un capolavoro: un ciclo di podcast per scoprire il Polittico dell’adorazione dell’Agnello Mistico di Van Eyck

Il coro di voci bianche - con le fronti aggrottate per la concentrazione, gli sguardi a metà tra spartito e direttore - canta sulle note dell'organo. Un podcast conduce all'interno dei misteri, anche musicali, del capolavoro di Jan van Eyck (Maaseik 1390-Bruges 1441): il Polittico dell’adorazione dell'Agnello Mistico, un'opera di quasi 5 metri per 3 - gigantesca specie per l'epoca (1426-1432)- composta da 12 pannelli. [LEGGI TUTTO...]

STUDI / L’unione (delle donne) fa la forza. Anche nel Medioevo

Una storia di donne forti e influenti nello studio di Anna Maria Rapetti (Università Ca’ Foscari) relativo al monastero femminile di San Zaccaria a Venezia. Lo spunto da un antico documento notarile del 1195 [LEGGI TUTTO...].

MOSTRE / Lucrezia Borgia, Virginia de Leyva, Gaetana Agnesi, Alda Merini: all’Ambrosiana documenti e cimeli di quattro donne straordinarie

La Pinacoteca Ambrosiana di Milano riapre dopo la chiusura forzata causa emergenza Coronavirus con un'interessante mostra (aperta fino al 6 settembre) dedicata ai documenti di quattro donne:  Lucrezia Borgia, Virginia de Leyva, Gaetana Agnesi e Alda Merini. Quattro grandi personalità che si sono distinte ciascuna in un campo diverso. [Leggi TUTTO...]

SCOPERTE / Recuperata un’ancora di epoca ellenistico-romana

Un’ancora di epoca ellenistico-romana con una decorazione a rilievo di delfino su uno dei due bracci è stata recuperata nei fondali di San Vito Lo Capo, nel Trapanese, dalla Soprintendenza del Mare, in collaborazione con la Guardia di Finanza e l’Associazione BCsicilia.  L’animale è considerato tra i simboli marini legati ad Afrodite Euploia, uno dei più benauguranti per la navigazione.

SCOPERTE / Paestum, riemergono i resti di Porta Aurea

Il ritrovamento, avvenuto durante i lavori per la linea elettrica, riguarda l'accesso nord della città antica, finora noto solo da vecchie piante ottocentesche. Francesca Casule: "Insieme alla direzione del Parco un progetto per la valorizzazione dell'accesso settentrionale della città antica".

Ami scrivere di Medioevo? Invia il tuo racconto al concorso promosso dal Mercato delle Gaite

Ami scrivere di Medioevo? C’è tempo fino al 7 giugno per partecipare a "scripta Volant", concorso letterario promosso dal Mercato delle Gaite di Bevagna (Pg) nell’ambito delle iniziative on line previste nel mese di giugno. [Clicca sul titolo per leggere tutto]

SCOPERTE / Ecco il più antico Homo sapiens “europeo”: trovati in Bulgaria resti di oltre 45.000 anni fa

Nella Grotta di Bacho Kiro, in Bulgaria, è stato individuato un fossile di Homo sapiens risalente a oltre 45.000 anni fa: è la più antica evidenza diretta della presenza della nostra specie in Europa. La datazione del reperto è stata realizzata grazie ad un team specializzato in datazioni al radiocarbonio ad altissima precisione guidato dalla professoressa Sahra Talamo dell’Università di Bologna. La scoperta anticipa di ben 2.000 anni, rispetto a quanto ipotizzato fino ad oggi, l’arrivo della nostra specie nelle latitudini medie dell’Eurasia, e aumenta di conseguenza il periodo di convivenza in Europa tra Homo sapiens e Uomo di Neandertal. Inoltre, tra i reperti recuperati sono emersi oggetti in osso che ricordano quelli prodotti millenni più tardi dagli ultimi Neandertaliani in Europa occidentale: un elemento che conferma la teoria dei contatti e degli scambi, anche culturali, avvenuti tra sapiens e la popolazione in declino di Neandertal. [CLICCA SUL TITOLO E LEGGI TUTTO...]

SCOPERTE / Fossati, ceramiche, ossa animali: torna alla luce l’abitato protostorico di Udine

Concluso il saggio archeologico di approfondimento in via Mercatovecchio a Udine. Sono state rinvenute le strutture perimetrali interne dell'antichissimo castelliere (II-I millennio a.C.) con frammenti ceramici e ossa di animali. Lo studio dei reperti permetterà di circoscrivere la datazione del contesto e conoscere maggiori dettagli sulla vita degli abitanti dell'epoca. (CLICCA SULLA FOTO PER CONTINUARE A LEGGERE)

APPROFONDIMENTI / Empona e Giulio Sabino: inganno, amore e… un pezzo di sapone

di Massimiliano Visalberghi Wieselberger - La lettura e lo studio della storia ci presenta a margine di eventi importanti episodi minori che possono aiutare a chiarirne gli aspetti. E' il caso della vicenda di Giulio Sabino e della sua compagna Empona, che si svolge nel contesto della rivolta dei Batavi a Roma nel 69-70 d.C. [LEGGI TUTTO...].

#iorestoacasa / L’archeologia del Trentino è online

L'Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento ha aderito alla campagna #iorestoacasa del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo invitando il pubblico a compiere un viaggio virtuale attraverso i canali social alla scoperta dello Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, del Museo delle Palafitte di Fiavé e del Museo Retico. [LEGGI TUTTO...]